Cui prodest?

Cui prodest?

 

C’è mancato poco, mi dicono i giornali. L’11 agosto poteva essere peggio dell’11 settembre. Fare esplodere in volo parecchi aerei, forse una decina. Ancora non ho capito bene i dettagli dell’operazione di intelligence che ha portato alla retata (e mi scoraggio se penso alla fine che stanno facendo i servizi italiani), probabilmente non li sapremo mai e mi va bene così: il segreto di Stato è spiacevole ma talvolta necessario.

Ma ho un presentimento. Una vaga sensazione…

 

(continua a leggere sull’Esagono)


4 responses to “Cui prodest?

  • utente anonimo

    A dirla tutta, a me fa più paura l’articolo di Repubblica che quello di Liberazione.
    D’altronde, decidiamoci finalmente ad aprire gli occhi. Che cosa altro potevamo aspettarci?
    In nome della tolleranza, del garantismo, del pluralismo e di quant’altro, abbiamo tollerato insinuazioni assurde, ancor prima dell’11 settembre. Abbiamo accettato di fatto un relativismo che solo a parole condanniamo. L’unica voce che ha avuto il coraggio di levarsi contro questo generale calamento di brache è stata quella della grande Oriana Fallaci, contro la quale si sono levati gli scudi indignati della sinistra che inneggia a Castro et similia (e fin qui nulla di sconvolgente, dal loro punto di vista è ovvio e scontato) ma purtroppo anche quelli di una larga maggioranza di persone che non ha capito, o rifiuta volutamente di capire, che contro il terrorismo non si può lottare a colpi di volemose bene.
    A me vengono i brividi quando sento esponenti di governo parlare di “equivicinanza” in riferimento ad Hezbollah oppure profondersi in mielosi e riverenti auguri di compleanno a quel despota sanguinario di Castro. Ululando che le eventuali forze italiane impegnate in Libano non dovranno usare la forza, per carità, il che sottintende che se qualcuno purtroppo ci lascerà la pelle è meglio che sia un italiano, bianco, occidentale e cristiano piuttosto che un hezbollah mediorientale musulmano e terrorista.
    L’unico conforto, si fa per dire, è il pensiero che, almeno, il mio voto non l’hanno avuto. Avrei votato abbastanza volentieri per Rutelli, ma saperlo alleato di Bertinotti, Rizzo e compagnia allegra mi fece rapidamente desistere. Votai Casini, e qualcuno giustamente mi fece notare che a sua volta era alleato di Berlusconi e Calderoli. Mi limitai a scegliere quello che a mio giudizio era il male minore. Rimango, tristemente, della stessa idea.
    Tornando a bomba, io credo di sapere tante cose che il resto del mondo ignora, ed ho deciso di rivelarle, non fosse altro che per costringere tutte quelle povere vittime della strumentalizzazione imperialista occidentale ad aprire finalmente gli occhi alla luce della verità:
    1) Bin Laden è al soldo della Cia. Per sostenere la guerra in Irak, a Bush servivano dei martiri. Da qui, l’11 settembre
    2) Adesso il problema è la corsa al nucleare da parte iraniana. Quindi Bush e Blair hanno organizzato il complotto anti-islamico dell’11 agosto, sempre per seminare il terrore e l’odio verso i musulmani
    3) La ragazza di Brescia è stata uccisa da un agente della Cia che poi ha ipnotizzato il padre inducendolo a costituirsi. N.B. Si tratta dello stesso agente che organizzò il rapimento di Abu Omar
    4) Elvis è vivo, ma molto malato
    5) Non siamo mai andati sulla Luna. Anzi, no. Ci sono andati i russi, ma poi Gorbaciov ha messo tutto a tacere in cambio di una cospicua fornitura di diamanti
    6) Non è vero che Castro è malato. La Cia lo sta avvelenando lentamente ma inesorabilmente.
    7) Al Quaeda è un’invenzione del Pentagono, d’accordo con esponenti conservatori del Congresso, finalizzata ad impedire che diminuiscano gli stanziamenti a favore della Difesa
    8) La recente guerra in Libano è stata voluta dalla Rice che utilizzerà il successo diplomatico che ha conseguito (mah!?!) nella campagna elettorale quando si candiderà alla Presidenza USA

    Meditate, gente, meditate ….

    Sissi2002

  • utente anonimo

    Uauhhhh!!!! Sei forse un altro/a esaltata/o che parla con il cielo per sapere tutte queste cose?????
    Il vero problema caro/a amico/a mia sono le vostre favole sia cattoliche che mussulmane con cui inebetite il popolo facendogli bere il cervello e facendogli compiere le azioni più criminali in nome di un paradiso che è solo nella vostra fantasia.
    Per colpa di favole state facendo esplodere una guerra nucleare.
    In nome di una immaginaria divinità compite le più grandi atrocità.
    Però devo dire che la cosa è anche divertente. Secondo voi è più potente il Dio dei cristiani o quello dei maomettani???
    Avanti sono aperte le scommesse

  • utente anonimo

    Scusate. Ho dimenticato di mettere degli emoticon nel messaggio precedente. Credevo fosse comunque chiaro che era semplicemente una presa in giro nei confronti di coloro che vedono complotti dappertutto.
    Nulla di più lontano dal mio modo di pensare.
    Sissi

  • ClaudioLXXXI

    Non preoccuparti Sissi, non far caso al #2. Era chiarissima l’ironia della parte finale del tuo commento. Non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere.

    Ho già scritto che stringi stringi i meccanismi psicologici di questo complottismo sono due:
    a) è bello pensare di far parte dei pochi intelligenti che hanno capito la verità occulta, invece di fermarsi alla superficie come il resto della stupida umanità (psicologia gnostica)
    b) non è possibile che ci sia un cattivo più cattivo dell’America, non è proprio possibile. Ragion per cui, se sembra che ci sia, sicuramente c’è sotto lo zampino dello Zio Sam (psicologia antiamericana)
    Il resto lo fanno la stupidità e la disinformazione.
    A me non piace la Fallaci, che ha ragione per certi aspetti ma è troppo invasata, troppo distruttiva, e spesso fa di ogni erba un fascio e se la prende con stranieri e musulmani in generale. La sua è una “reazione sproporzionata” (ah, quest’espressione tanto cara alla sinistra) contro il pericolo del jihad.
    Come ben sai, ho votato Rutelli, sperando che una Margherita forte potesse tenere a bada i fan di Fidel Castro. Credo, forse utopisticamente, che la cultura del comunismo sia ormai agli sgoccioli. Il comunismo è morto, e quelli che non lo vogliono ammettere sono zombie che non potranno deambulare ancora a lungo. La sinistra italiana deve fare i conti col suo passato e sbarazzarsi di questa putrefatta eredità, e il Partito Democratico è l’occasione giusta per farlo. Se non ci riuscirà, perderà non solo il mio voto ma anche la stessa ragion d’essere.

    Grazie di essere passata. Mi fa sempre piacere leggerti. Ciao

    P.S. però la prossima volta sull’Esagono, ok?😉

Ciao. Se vuoi commentare, accomodati. Non c'è bisogno di nome o e-mail, non c'è approvazione preventiva, no censura. Hai il libero arbitrio e io lo rispetto, anche se potresti usarlo male. Ricorda però che la libertà implica la responsabilità. Se sei un troll, ignorerò i tuoi commenti - a meno che tu non faccia un flood. Se pensi che quel che dico è sbagliato, fammelo notare. Attenzione però, perchè chiunque tu sia, se non sei d'accordo con me, proverò a convincerti del contrario. Qui il dialogo non sono belle chiacchiere per scambiarsi "secondo me" e sentirsi più buoni e tolleranti: qui il dialogo serve a cercare, trovare, amare la Verità.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: