L’ontologia al cesso

L’ontologia al cesso

 

 

L’epocale dilemma se Vladimiro Guadagno aka Vladimir Luxuria debba andare nei bagni degli uomini o in quelli delle donne, pur non essendo magari il massimo del buon gusto e della finezza, non è una fesseria da tabloid pruriginoso. Tutt’altro. È un segno dei tempi, un esempio che rivela in tutta la sua magnitudine la mentalità anti-realista che sta avviluppando la nostra società.

Addirittura, dirà qualcuno, tutto questo per una faccenda di cessi. Ebbene sì.

Conviene far notare che in questo post, per una precisa e cosciente presa di posizione ontologica, ci si riferisce all’onorevole in questione come al deputato Vladimir Luxuria. Al maschile (e se qualche lettore disapprova, andasse a svolgere quella delicata funzione che si compie nel luogo oggetto della disputa politica). Egli ha la libertà di scegliere il nome che vuole, di vestirsi come vuole, di fare sesso con chi vuole e nel modo che più gli aggrada; non ha invece la libertà di pretendere che le regole della grammatica siano modificate per assecondare i suoi desideri, perché una grammatica traballante è una grammatica poco funzionale, ed essendo la grammatica un bene comune è nel mio pieno diritto oppormi al suo depotenziamento. Articoli come questo, dove si parla della Luxuria “un po’ pallida sotto il trucco”, non riscuotono il mio plauso…

 

(continua a leggere sull’Esagono)


10 responses to “L’ontologia al cesso

  • utente anonimo

    Bellissimo post, l’ho “utilizzato” in un dibattito su wXre …
    l.p.

  • anonimo

    Bellissimo post, l’ho “utilizzato” in un dibattito su wXre …
    l.p.

  • Zolfy

    La Water-loo del realismo, grande Claudio!

  • Zolfy

    La Water-loo del realismo, grande Claudio!

  • TheCopywriter

    Che bello se fossero questi i problemi del mondo, eh!😀

  • TheCopywriter

    Che bello se fossero questi i problemi del mondo, eh!😀

  • utente anonimo

    “…un maschio, cioè un essere umano che fino a prova contraria ha un cazzo tra le gambe…”

    tralasciando tutte le (imho aberranti) pippe mentali precedenti, da questa affermazione deduco che secondo te abelardo ha smesso di essere un uomo dopo che glielo tagliarono, e che origene smise di essere un uomo dopo che se lo taglio, e che luxuria smetterebbe di essere un uomo se se lo tagliasse.

    inoltre a proposito della prova contraria non capisco, se per dio e’ cosi importante la determinazione ontologica del sesso, perche ogni tanto fa nascere qualcuno con entrambi gli organi sessuali? e perche ogni tanto mette i testicoli al posto delle ovaie, pur mantenendo organi sessuali esterni femminili non funzionali? ma per andare oltre, se dovessimo guardare il dna per sapere veramente la “determinazione ontologica” di un neonato, che razza di determinazione avrebbero i poveri sfigati che nascono come chimere? nessuna? entrambe? l’ontogenia vacilla…

  • anonimo

    “…un maschio, cioè un essere umano che fino a prova contraria ha un cazzo tra le gambe…”

    tralasciando tutte le (imho aberranti) pippe mentali precedenti, da questa affermazione deduco che secondo te abelardo ha smesso di essere un uomo dopo che glielo tagliarono, e che origene smise di essere un uomo dopo che se lo taglio, e che luxuria smetterebbe di essere un uomo se se lo tagliasse.

    inoltre a proposito della prova contraria non capisco, se per dio e’ cosi importante la determinazione ontologica del sesso, perche ogni tanto fa nascere qualcuno con entrambi gli organi sessuali? e perche ogni tanto mette i testicoli al posto delle ovaie, pur mantenendo organi sessuali esterni femminili non funzionali? ma per andare oltre, se dovessimo guardare il dna per sapere veramente la “determinazione ontologica” di un neonato, che razza di determinazione avrebbero i poveri sfigati che nascono come chimere? nessuna? entrambe? l’ontogenia vacilla…

  • ClaudioLXXXI

    I commenti sull’Esagono, please.

  • ClaudioLXXXI

    I commenti sull’Esagono, please.

Ciao. Se vuoi commentare, accomodati. Non c'è bisogno di nome o e-mail, non c'è approvazione preventiva, no censura. Hai il libero arbitrio e io lo rispetto, anche se potresti usarlo male. Ricorda però che la libertà implica la responsabilità. Se sei un troll, ignorerò i tuoi commenti - a meno che tu non faccia un flood. Se pensi che quel che dico è sbagliato, fammelo notare. Attenzione però, perchè chiunque tu sia, se non sei d'accordo con me, proverò a convincerti del contrario. Qui il dialogo non sono belle chiacchiere per scambiarsi "secondo me" e sentirsi più buoni e tolleranti: qui il dialogo serve a cercare, trovare, amare la Verità.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: