Amo il sangue

Amo il sangue

 

 

Aspettando di vedere Apocalypto, tanto per chiarire: a me i film sanguinolenti piacciono.

Sono cresciuto guardando gli horror fin dai dieci anni circa, discettando delle differenze tra lo splatter ed il gore (sono sostanzialmente sinonimi, oppure c’è una percettibile differenza stilistica?). Ho visto tutti i film su Freddy Krueger (Nightmare), Jason Voorhees (Venerdì 13), Michael Myers (Halloween), Chucky la bambola assassina, la serie di Evil Dead (insulsamente diventato in italiano “La casa”), e naturalmente l’Esorcista (che è un film dall’elevato insegnamento religioso). Leggevo Dylan Dog (poi ho smesso, per il calo di qualità e perché non mi convinceva più la mentalità di fondo del fumetto). Ho letto quasi tutto quel che ha scritto Stephen King (anzi, vi dico di più, prima o poi farò una serie di post sui suoi libri), per non parlare poi di H.P. Lovecraft (che non è sanguinolento) e di Ann Rice (i cui vampiri sono decisamente gnostici).

E potrei continuare con le citazioni…

 

Ora ditemi, signori: vi sembro moralmente deviato?

 

Annunci

21 responses to “Amo il sangue

  • TheCopywriter

    sì!

    Cioè…no…è normale pulsione. il 99,9% dell’umanità ce l’ha.

    Ma la pulsione distruttiva che scaturisce da un appagamento nella visione del sangue(violentemente versato) non è una buona pulsione!

    A me piace Tarantino, Dylan Dog, Lovecraft…ma, guarda caso, quando NON ci sono scene Splatter.

    Apocalypto è un film storicamente inattendibile, parlato in una lingua che non è storicamente realistica, che non fa altro che mostrare come la bestialità umana attiri l’uomo più dell’umanità stessa.

  • ClaudioLXXXI

    Nic… Clay, cacciatore della bara… quoque tu?!

  • TheCopywriter

    Volevi una risposta, Claudio…io non te ne ho data una morale, ma psichica. ;D

  • utente anonimo

    Vada per l’inattendibilità storica, ma come hai capito che anche la lingua non è quella giusta? (citare altre fonti non vale, eh 😀 )

    Domenicotis

  • TheCopywriter

    Per il semplice fatto che i Maya con la loro vera lingua erano svaniti diverso tempo prima che gli Europei si accorgessero che potevano far danni in tutto il mondo! 😛

    Ci sono le lingue della famiglia maya, ma è come prendere un film in italiano e dire che è girato in sanscrito.

    wikipedia per conferma:

    Il film di Mel Gibson Apocalypto (2006) è stato girato in maya yucateco, che è parlato da più di un milione di persone nella penisola dello Yucatan (Messico), è la lingua maya più conosciuta e studiata della famiglia maya.

  • ClaudioLXXXI

    Non sono un esperto di linguistica, aspetto di vedere il film per dare un giudizio compiuto.
    Comunque, in mancanza della vera lingua Maya, ai fini dell’effetto voluto sulla sensibilità percettiva dello spettatore, non fa particolare differenza l’uno del maya yucateco al posto dell’ignoto e irreperibile “vero” maya, no?

  • ClaudioLXXXI

    Oh, a proposito, un dubbio: ma sarà più lesiva per la psiche del fanciullo la violenza di Gibson o la volgarità dei Vanzina (da sempre classificati “per tutti”)?

  • ClaudioLXXXI

    Errata corrige: nel #6 volevo scrivere “l’uso del maya yucateco”, non “l’uno”.

  • stark86

    Eddai Nic, basta con questa psicologia da quattro soldi 😀

    Vada per il sangue, basta che non sia vero 😀
    Anzi, a me quello vero piace: il mio. Forse i medici credono sempre che scherzi quando chiedo la registrazione degli interventi, ma io sono serissimo! Almeno le foto! 😦
    Per fortuna che questa volta il panno che doveva coprirmi la visuale si è spostato, e… 😛

  • TheCopywriter

    Non è da quattro soldi, non mi toccare la psicologia thanks! 😀

    Anche a me il mio sangue piace. Quando vado a donare è una sensazione piacevole pensare a un pò della mia salute nel corpo altrui.

    Però non è che mi attaccherei la foto sul letto, eh!:P

  • ClaudioLXXXI

    A me il sangue dal vivo sta più o meno indifferente… ma il sangue raccontato è diverso.
    Se vedo al cinema una città che esplode, io posso anche essere “gasato” da quella scena, ma questo non vuol dire che abbia voglia di vedere sul serio città che esplodono.
    La buona vecchia differenza tra realtà e finzione, che di solito i ragazzi conoscono più di quanto non si creda.

  • stark86

    Però non è che mi attaccherei la foto sul letto, eh!:P
    Ma anche Claudio, non è che va in giro a sgozzare gente 😛

    Vai Cla’, sono con te, metti in loop qualche bella scena di Pulp Fiction o il combattimento contro gli 88 Folli in Kill Bill vol 1 😀

  • TheCopywriter

    Proprio a Kill Bill pensavo…io ad esempio preferisco il secondo al primo…e il combattimento nella neve a tutta la parte precedente.

  • ClaudioLXXXI

    Ti ricordo che non erano davvero 88… si chiamavano così solo perchè era più fico :p

  • Lizardo

    Ora voi penserete:
    Ecco arriva il figo di turno che fa lo splendido eccetra eccetra…
    Però devo proprio dirlo:
    I FILM DI TARANTINO SONO DAVVERO INGUARDABILI!!!
    non per stupidi motivi morali, violenza o roba del genere, ma è la fotografia fa pena, la narrazione è cretina.. erano i tempi del bel cinema…
    Però viva il sangue, ma solo se c’è sadismo.

  • TheCopywriter

    Ti sei appena fatto un nemico, ale! 😛

  • Lizardo

    Nic, dopo aver parlato di sangue e violenza…. ho paura!!!

    lol

  • ClaudioLXXXI

    Ho dovuto fare appello a tutto il mio liberalismo per non cancellare il commento 15…
    vabbè. De gustibus.

    Promemoria: devo pensare a un post in cui spiego l’importanza della redenzione di Jules in Pulp Fiction, o l’inno all’amore materno in Kill Bill.

  • Giggi76

    deviato? no, però Gibson stavolta non avrà i miei soldi!

  • ClaudioLXXXI

    Apocalypto merita. L’ho visto, molto bello, polemiche inutili e fuorvianti. Seguirà post.

  • Kukulkan

    In quanto Dio bisognoso di sangue (e molto!), non posso che approvare il film di Gibson!
    Riguardo alla lingua, G. avrebbe dovuto provare a tentare una sorta di ricostruzione antropologica (una sorta di lingue della terra di mezzo tolkiane).

Ciao. Se vuoi commentare, accomodati. Non c'è bisogno di nome o e-mail, non c'è approvazione preventiva, no censura. Hai il libero arbitrio e io lo rispetto, anche se potresti usarlo male. Ricorda però che la libertà implica la responsabilità. Se sei un troll, ignorerò i tuoi commenti - a meno che tu non faccia un flood. Se pensi che quel che dico è sbagliato, fammelo notare. Attenzione però, perchè chiunque tu sia, se non sei d'accordo con me, proverò a convincerti del contrario. Qui il dialogo non sono belle chiacchiere per scambiarsi "secondo me" e sentirsi più buoni e tolleranti: qui il dialogo serve a cercare, trovare, amare la Verità.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: