Leoni con agnelli e pecore coi lupi

Leoni con gli agnelli, pecore coi lupi…

 

Il trailer di 2012, il nuovo film del regista catastrofico Roland Emmerich:

L’avete visto il trailer? Bravi. E avete notato tra i momenti topici il Cristo Redentore di Rio De Janeiro che si sgretola, la Cappella Sistina attraversata dalla crepa che “divide” Dio e l’uomo, il cupolone del Vaticano che si stacca e rotola (!!!) lungo Piazza San Pietro schiacciando quei fessi poveracci dei fedeli che hanno avuto la stupida inopportuna idea di andar lì a pregare? Bene.

 

 

Ecco, guardando queste scene uno potrebbe anche infastidirsi.

Io invece no. Queste scene in sé non mi disturbano affatto. Dopotutto Emmerich i film li fa così, è il suo stile pacchiano fatto di “effetti speciali che sono un’alternativa all’intelligenza” (cit. Alessio Guzzano), non si può pretendere altro.

M’infastidisce un po’, semmai, tutto questo millenarismo cialtronesco e approssimativo sulle “profezie Maya”, che sa solo di montatura commerciale (cfr qui). Ma vabbè, c’è un tipo di uomo moderno che, come diceva G. K. Chesterton, da quando non crede più in Dio non è che non crede in nulla, crede a tutto.

E m’infastidisce appena appena un po’ di più che Emmerich stesso in un’intervista (qui il riassunto italiano, qui l’originale inglese) abbia spiegato il senso di quella rotolata del cupolone dicendo che quei fedeli “believe in praying and prayer, and they pray in front of the church, and it’s probably the wrong thing, what they would do in that situation”, pregare davanti a una chiesa è la peggiore idea che si possa avere.

Ma queste cose sono bazzecole, nulla cui dare troppo peso.

 

 

Nossignore: quello che invece mi colpisce è che Emmerich nella suddetta intervista ammetta tranquillamente che lui, all’inizio, tra i monumenti religiosi distrutti ci voleva mostrare anche la Kaaba che sta alla Mecca; solo che poi gli hanno fatto notare che non era il caso di attirarsi addosso una fatwa.

E allora il grande regista, che pure non rinuncia a dichiararsi “contro le religioni organizzate”, con un elegante sfoggio di pusillanimità istinto di autoconservazione, ha deciso di escludere qualsiasi immagine che potesse urtare la sensibilità islamica.

Tanto “non era importante per il film”. Ah, ecco.

E ti viene pure a fare il pensieroso, poi, dicendo che “nel mondo occidentale dobbiamo tutti riflettere su questo”.

Ma va’, davvero.

 

 

Ma non era più ammirevole Giordano Bruno?


22 responses to “Leoni con agnelli e pecore coi lupi

  • theprincessissy

     era più ammirevole di sicuro, ma se uno il coraggio non ce l’ha non può mica darselo, purtroppo

  • Lucyette

    Eh…
    Peraltro, io facevo pensieri simili un po’ di tempo fa, quando mia mamma mi aveva chiesto di "indagare", in quanto esperta in libri antichi, su un servizio che era stato fatto a Voyager riguardante le cosiddette "profezie di San Malachia". A detta della trasmissione su RaiDue, San Malachia avrebbe pronosticato la fine del mondo alla morte dell’ultimo Papa… che, ovviamente, dovrebbe essere Benedetto XVI.
    Di conseguenza, la tesi di Voyager era stata (mi dicono – io non ho visto quella puntata) sulle linee di: "ah, ecco, vedete, la profezia Maya, il 2012, finirà il mondo… e poi, guardate!, lo diceva anche San Malachia, finirà il mondo alla morte di Benedetto XVI! E quindi Benedetto XVI sta per morire, soffre anche di cuore, ohi ohi, i Maya avevano ragione!"

    Per carità, non che mi sia sentita particolarmente infastidita… ma mi sono posta delle domande. Tipo: secondo voi, avrebbero pronosticato con la medesima leggerezza l’imminente morte di un importante Imam?😛
    Io ho i miei dubbi…😉

  • quidestveritas

    Io sono andata addirittura a vedere il film, sebbene avessi letto quelle dichiarazioni e mi fossi riproposta di boicottarlo🙂
    Ma è meglio essere liberi e farsi un’idea solo dopo aver visto. Ebbene, alla fine credo che il risultato non sia quello che voleva esprimere Emmerich. Nel senso che in fondo poi le preghiere sono accolte e il genere umano sopravvive😉

  • ago86

    Personalmente trovo tutto quanto una pagliacciata. Lo è il film in sé, lo è l’idea che il mondo finirà nel 2012, e infine è una buffoneria il non aver messo la distruzione della kaaba. Perché incensare un film del genere?

  • holdenC

    ahahah, grande Claudio.

  • UnPiccoloUomo

    Er cupolone che rotola è troppo lolloso.

  • utente anonimo

    Eppure vi dirò, che a parte tutti i pregiudizi (legittimi) che si possono avere, il film risulta molto divertente, ed è estremamente emozionante vedere Los Angeles cadere su se stessa o i pratagonisti sfrecciare per le strade in limousine e salvarsi per un pelo. Per non parlare, poi, del ruolo di spalla comica affidato al rappresentante del governo italiano!

    In fin dei conti, come si diceva una volta, "sono solo canzonette" e non di sola serietà vive l’uomo…

    Da semplice spettatore lo giudico il miglior film catastrofico mai realizzato.
    Del resto, se sono i messaggi più o meno subliminali a preoccuparvi, vi posso garantire che la pseudo-profezia riguardante il 2012 è soltanto una scusa per scatenare il disastro, qualsiasi altra boiata avrebbe funzionato altrettanto bene.

    Saluti,
    Stefano

  • Swann77

     Ammetto che, nella parte più trash di me, mi sono sempre divertito con i film catastrofici. Questo non l’ho ancora visto ma, di solito, in questi film alla fine l’umanità fa in genere una bella figura e sembra che, al di là della meschinità che tutti le riconosciamo in tante circostanze, riesca a darsi una mossa e mostrare sentimenti positivi.

    Quanto al Cupolone che precipita, da un lato mi diverte molto vederlo, dall’altro ammetto, da Romano, che se sapessi di un’imminente fine del mondo, non c’è posto di Roma in cui preferirei trovarmi, anzi ci andrei apposta. Anche a costo di farmi sommergere dalle rovine della Basilica, o forse proprio per questo.

  • OsteriaVolante

    Che amarezza…semplicemente questo. E poi dobbiamo sentirci chiamare da qualcuno CMI (catto-militanti integralisti). La verità è che la Chiesa può essere presa a calci in culo perchè conosce l’ironia, sta al gioco e pensa a cosa più serie: lorsignori dispensatori di attestati di tolleranza si accorgeranno che si sono abituati male e quando cambierà l’avversario (i musulmani che diverranno maggiorannzain Europa come ha detto il orriere l’altro girno) vedrai come ci rimpiageranno. 

    L’oste

  • utente anonimo

    La Kaaba che "rotola" sui fedeli musulmani non fa scena. Niente può competere con la Chiesa🙂

    Ciò che trovo curioso è che gli americani non abbiano ancora preso a calci un regista che ad ogni film ne fa morire a milioni

    Domenicotis

  • nihilalieno

    La cosa veramente catastrofica è che se nel 2012 non finisce il mondo allora devo proprio occuparmi della riforma dei licei… 
    Non so perchè la gente vada a vedere queste cose … io ho visto quell’altro sul mondo che si ghiacciava ( e poi smetteva non si sa bene perchè) e si vedeva il ghiaccio che camminava come se fosse un mostro e i protagonisti gli correvano innanzi, arrivavano in casa e gli chiudevano la porta in faccia… mah. Mi veniva da ridere, ma mi spiaceva per i cani da slitta che precipitano dal tetto dentro la stazione con il tetto di vetro. Poerini.
    Non c’ho il fisico per vedere questi film…

  • utente anonimo

    "E allora il grande regista, che pure non rinuncia a dichiararsi “contro le religioni organizzate”, con un elegante sfoggio di pusillanimità istinto di autoconservazione, ha deciso di escludere qualsiasi immagine che potesse urtare la sensibilità islamica."

    E’ scandaloso ma è assolutamente ragionevole. E’ la conseguenza dell’accettazione di uno status particolare per le religioni (tutte), che non possono essere sottoposte a verifica razionale, ma sono autorizzate a preservare e a custodire come fossero tesori idee e atteggiamenti tradizionali, anche quando sono un relitto di società arcaiche e limitate e dunque inadatti al mondo moderno.

    Come si risolve questo genere di problemi? Iniziando a scandalizzarsi davanti ad affermazioni del tipo "Mosé portò il popolo ebraico fuori dall’Egitto" (questa è mitologia, come la storia di Romolo e Remo), "Gesù morì e il terzo giorno resuscitò" (che sia morto è certo, che sia resuscitato devi dimostrarlo), "l’arcangelo Gabriele portò la rivelazione a Maometto" (certo, poi con la seconda edizione corresse gli errori di stampa), eccetera.

    "La verità è che la Chiesa può essere presa a calci in culo perchè conosce l’ironia" Vero, ma si tratta di una conoscenza recente, diciamo risalente al 20 settembre 1870 circa. Prima i Papi non erano tanto ironici con chi li metteva in discussione…

  • ClaudioLXXXI

    #2 Lucyette

    Ughghgh… Giacobbo mi sembra fatto apposta per confermare quella frase di Chesterton.

    # tutti quanti

    Tendo a specificare che a me i film di Emmerich non piacciono, ma questi sono miei gusti personali. Lo show pirotecnico di catastrofi può anche esaltare lo spettatore e non ci vedo nulla di male. Quello che volevo criticare era esclusivamente la pavidità del regista, fatto peraltro assolutamente diffuso in occidente
    (l’abbiamo visto no? Chiunque può disegnare, chessò, un ranocchio crocifisso, e poi vantarsi di essere un martire della libertà di pensiero contro i cristiani oscurantisti; se invece qualcuno disegna vignette satiriche su Maometto… l’abbiamo visto, appunto)

    #12 Uticense
    Non hai torto a ricordare tristi esperienze storiche, ma nella storia della Chiesa c’è anche l’ironia. Il Carnevale è un’invenzione cristiana.

  • utente anonimo

    "Quello che volevo criticare era esclusivamente la pavidità del regista"

    Cosa distingue la pavidità dal legittimo spirito di autoconservazione?

    "Il Carnevale è un’invenzione cristiana."

    Ne sei certo? In realtà è una "cristianizzazione" di una festa pagana, i Saturnali.

    Saluti

  • ClaudioLXXXI

    Osservazione pertinente uticense… la mia affermazione era affrettata e imprecisa: la civiltà cristiana ha sostituito le orge dei Saturnali con la festa del Carnevale.

  • utente anonimo

    "la civiltà cristiana ha sostituito le orge dei Saturnali con la festa del Carnevale."

    Punti di vista: si potrebbe dire che la civiltà cristiana ha sostituito una fruizione innocente della propria sessualità con la repressione della sessuofobia. Ma anche avesse ragione lei, ciò non toglie che la componente "ironica" del carnevale, che lei rivendica come simbolo dell’originale ironia del cristianesimo, era già presente nei culti pagani.

    A proposito di carnevale e civiltà cristiana, conosceva la consuetudine del "Pallio de’ li giudei"? Nella Roma pontificia, durante carnevale, si prendevano degli ebrei e li si obbligava a correre lungo via del Corso; lungo il percorso non erano esattamente ben accolti dal popolo cristiano… Ma sono certo che gli ebrei avranno apprezzato l’ironia dell’evento…

  • ClaudioLXXXI

    Forse ci siamo allontanati dall’argomento del post, comunque il punto non era la "originalità", è che tu affermi
    – commento 12, la Chiesa non conosceva l’ironia prima del 20/09/1870 (!)
    – commento 16, la Chiesa conosceva eccome l’ironia, l’ha copiata dai pagani.

    Ti consiglio di metterti d’accordo con te stesso. Auguri.

  • utente anonimo

    Hai ragione. Ho sbagliato quanto alla data di "conoscenza" dell’ironia.

    Ma continuo a ritenere che la Chiesa possa "essere presa a calci in culo" perché il suo potere è stato ridotto, non perché sia "ironica". Basti vedere come ha negato qualsiasi sostegno alla produzione dei film derivati dai romanzi di Dan Brown (metto le mani avanti: sono tutte cavolate).

    Saluti

  • berlic

    Grazie per l’ispirazione…
    ;-) 

  • berlic

    Se uno volesse fare un film che ti accusa di essere un pervertito immorale che ha ingannato tutti fin dal primo momento immagino gli spalancheresti le porte di casa tue per fare le riprese in loco, no? Specialmente se questo giurasse e spergiurasse (più la seconda che la prima) che è tutto vero…Dimostreresti di essere veramente ironico.

  • berlic

    Il momento della fine[..] 2012. Era ormai quasi il momento. Gino passò il dito pensoso sulla statuina pseudo-Maya che fungeva da fermacarte sulla scrivania. La Maya-mania era impazzata negli ultimi mesi. Ed ora, come tutto, stava per finire. Il calendario era giunto al … [..]

  • utente anonimo

    non ho visto il film ma le tue considerazioni le sottoscrivo integralmente

    red

Ciao. Se vuoi commentare, accomodati. Non c'è bisogno di nome o e-mail, non c'è approvazione preventiva, no censura. Hai il libero arbitrio e io lo rispetto, anche se potresti usarlo male. Ricorda però che la libertà implica la responsabilità. Se sei un troll, ignorerò i tuoi commenti - a meno che tu non faccia un flood. Se pensi che quel che dico è sbagliato, fammelo notare. Attenzione però, perchè chiunque tu sia, se non sei d'accordo con me, proverò a convincerti del contrario. Qui il dialogo non sono belle chiacchiere per scambiarsi "secondo me" e sentirsi più buoni e tolleranti: qui il dialogo serve a cercare, trovare, amare la Verità.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: