Futurama 6X09 A Clockwork Origin

Futurama 6×09, A Clockwork Origin, è una puntata molto divertente e perfino istruttiva, perciò se ne avete la possibilità guardatela. Altrimenti accontentatevi di questo post.

Tutto comincia quando il Professor Farnsworth incappa in una manifestazione di creazionisti, naturalmente raffigurati come deficienti anti-scientifici (c’è pure il Flying Spaghetti Monster). Il Professore cerca di convertirli all’evoluzionismo e litiga con uno scienziato antievoluzionista, restio a credere che i suoi antenati fossero scimmie, anche perché lui è un orangutango. Ogni tentativo del Professore, dall’illustrare ogni singolo passaggio della catena evolutiva al trovare egli stesso l’anello mancante, si rivela inutile.

Resosi conto dell’impossibilità di abbattere i dogmi dei creazionisti, il Professore sconfortato decide di abbandonare la Terra e auto-esiliarsi su un pianeta privo di forme di vita, dove si fa accompagnare dalla banda della Planet Express. Arrivati  sul pianeta deserto, il Professore libera alcuni microscopici robot da lui creati per depurare l’acqua. Sopresa: i nanobot evolvono istantaneamente in trilobots e fagocitano l’astronave, bloccando il suo equipaggio sul pianeta.
Per la bizzarra logica che governa il mondo di Futurama, l’evoluzione robotica segue lo stesso percorso di quella umana ma a ritmo esponenzialmente più veloce e così, dopo un paio di giorni di traversie tra dinosauri e cavernicoli,

i nostri incontrano una scienziata robotica di nome Widnar (ovvio anagramma), che esulta per aver trovato la conferma delle sue ardite teorie sulla vita a base di carbonio. La roboscienziata li porta al museo in città (vedi immagine iniziale, naturalmente è facile capire qual è la citazione…) per esporre alla comunità scientifica la sua grandiosa scoperta: dall’evoluzione casuale è nata non solo la vita robotica, ma anche la vita organica!
 

Ed ecco il bello: quando il Professore la contraddice e afferma di essere stato egli stesso a creare la vita robotica (poco tempo prima per lui, moltissimo tempo prima per loro), i robot lo contestano aspramente. C’è perfino un robofarrnsworth che dichiara di voler abbandonare il pianeta. Tutte le prove addotte dal Professore, come la foto di Bender che doma un robosauro, sono inutili. Il dogma dell’evoluzione casuale non può essere contestato: mentre fuori si è radunata una folla inferocita di manifestanti evoluzionisti (che usa gli stessi cartelli e slogan, ovviamente di segno inverso, che usavano i creazionisti sulla Terra), l’equipaggio della Planet Express è arrestato per “crimini contro la scienza” e portato in tribunale per il processo del secolo “tutti contro Farnsworth”.

La posizione processuale dei nostri eroi è debole, ma l’abile strategia dell’avvocato (Bender!) fa guadagnare tempo e convince la giuria a rimandare la decisione al giorno seguente. Sennonché mentre i nostri dormono l’evoluzione continua, e il mattino dopo i robot sono già diventati intelligenze gassose altamente astratte che ormai reputano tutti gli esseri fisici, compresi gli imputati, del tutto privi d’importanza e perciò liberi di andarsene.
 
Alla fine i nostri tornano sulla Terra con un’astronave fatta di rottami, e il Professore racconta le sue traversie allo scienziato orangutango. Il creazionista ammette che quei robot si sono evoluti in forme di vita a complessità crescente, e perciò l’evoluzionismo è plausibile; d’altra parte il Professore ammette che quell’evoluzione non è avvenuta per caso ma a partire da un atto di intelligenza creativa, e perciò anche il creazionismo è plausibile. L’unico che non si ritrova in questa ritrovata concordia è Bender, il quale suggerisce che l’evoluzione organica terrestre potrebbe essere stata iniziata da un’intelligenza creatrice robotica, ma entrambi  gli scienziati bollano questa teoria come ridicola dunque implausibile.
 
Volevo scrivere qualcosa di intelligente a commento, ma non ho abbastanza tempo ho fiducia nelle capacità del lettore di fare da solo le opportune considerazioni.


79 responses to “Futurama 6X09 A Clockwork Origin

  • ClaudioLXXXI

    Ah, dimenticavo: IO ODIO L'EDITOR DI SPLINDER.

  • ago86

    Mi spieghi l'anagramma? Non l'ho capito per nulla.Ad ogni modo, questa puntata mi pare una "evoluzione" (termine non improprio) di quella dei simpson in cui si parla della stessa cosa, puntata che credo tu abbia visto. In definitiva, dire che tutto avviene per caso è altrettanto idiota quanto dire che tutto è guidato. Ma questo gli americani non lo sanno, quindi perché dirglielo?

  • ClaudioLXXXI

    widnar = darwinLa puntata dei simpson sull'evoluzionismo non la conosco o non la ricordo (la qualità dei simpson negli ultimi anni è così scaduta che ho pietosamente smesso di vedere le nuove puntate). Mi dici che episodio era?

  • ago86

    Posso raccontartene la trama: Flanders va con i figli al museo, e si arrabbia perché non viene proposto il creazionismo come teoria. Da lì si cerca di insegnarlo nelle scuole, ma Lisa è contraria a tutto ciò. Marge legge "l'origine delle specie" e si convince dell'evoluzionismo. Il tutto finisce in tribunale, dove Flanders è sconfitto. Ovviamente, nel frattempo, Lisa afferma che bisogna scegliere tra scienza e fede, come fossero separate tra di loro.Se non lo guardi in questi ultimi anni, ti sei perso anche la puntata in cui Bart e Homer vogliono diventare cattolici.

  • FedericoFasullo

    Da quando Futurama è passato su Comedy central (quest'ultima stagione) si sono messi a fare queste puntate su temi "delicati" per scimmiottare un po' South Park (circa). Infatti a South park c'è un doppio episodio memorabile su Dawkings che devi assolutamente vedere tipo "Ritorno al passato" o qualcosa del genere.Comunque sia questa puntata in particolare è molto educativa ma ribadisce un concetto che alla maggior parte dei creazionisti resta difficile a digerire: Dio ha creato la vita e non l'uomo. È una cosa importante perché il creazionismo (soprattutto quello che va per la maggiore in america e qui se dio vuole un po' meno) afferma che l'uomo ha poche migliaia di anni e che prima di quelle poche migliaia di anni non c'era. 

  • ClaudioLXXXI

    #4 agoda quel che ricordo hanno fatto diventare Lisa lo stereotipo della liberal democratica, anche nella puntata in cui trovano lo scheletro dell'angelo era la scientista della situazione.Bart e Homer vogliono diventare cattolici? #5 federicosi beh futurama già da prima affrontava talvolta argomenti più seri, es. mi ricordo Bender alle prese con la nebulosa onnisciente, non è soltanto un intrattenimento per divertirsi, anzi ricordo ancora la puntata del cane di Fry come una di quelle poche volte che mi si sono attivate le ghiandole lacrimali dalla commozione.Oppure questa stagione c'è stata la puntata "proposition infinity", dove hanno preso posizione spiccatamente liberal a favore dei matrimoni gay, in questa invece sono stati più bipartisan.Mi segnali per favore stagione e numero della puntata di Southpark? La cerco subito.Sul creazionismo, dipende da quale creazionismo, non ce n'è uno solo. Quello che dici tu è il creazionismo fissista, tutte le specie create una a una, molto diffuso tra i protestanti che nell'interpretazione biblica si sono autocondannati a un letteralismo quasi islamico.Io sono un creazionista evoluzionista, l'evoluzione (se è vera, cosa di cui sono convinto al 99%, quell'1% di dubbio dipende dal fatto che è comunque una teoria scientifica) non è una cosa separata dalla creazione, ma è il modo in cui la la creazione dall'eternità si "srotola" nel tempo.Comunque il succo della puntata è che la fede nell'evoluzione per caso può essere dogmatica tanto quanto il creazionismo. Infatti Dawkins e compagnia non sono razionali, sono a modo loro dei fedeli: credono ciecamente in qualcosa che non possono dimostrare.

  • FedericoFasullo

    http://www.ludicer.it/streaming-cartoni-animati/south-park/stagione 10 episodi 12 e 13Comunque riguardo al creazionismo: sinceramente anche io mi sento di sposare un creazionismo evoluzionista e sono stato anche bacchettato da un ateo di Caserta molto intransigente una volta proprio per questo motivo; fermo restando che per me l'esistenza di un dio non necessiti dell'esistenza di una religione come il cristianesimo, ma va be'… È che il creazionismo (fissista) è fin troppo diffuso per i miei gusti.

  • FedericoFasullo

    Comunque la puntata di Bart e Homer cattolici (e non protestanti) mi pare sia della stagione che stanno dando ora in TV che corrisponde a quella dell'anno scorso in america. Comunque sia confermo che esiste :p

  • FedericoFasullo

    http://www.ludicer.it/streaming-cartoni-animati/south-park/stagione 10 episodi 12 e 13Comunque riguardo al creazionismo: sinceramente anche io mi sento di sposare un creazionismo evoluzionista e sono stato anche bacchettato da un ateo di Caserta molto intransigente una volta proprio per questo motivo; fermo restando che per me l'esistenza di un dio non necessiti dell'esistenza di una religione come il cristianesimo, ma va be'… È che il creazionismo (fissista) è fin troppo diffuso per i miei gusti.

  • FedericoFasullo

    Comunque la puntata di Bart e Homer cattolici (e non protestanti) mi pare sia della stagione che stanno dando ora in TV che corrisponde a quella dell'anno scorso in america. Comunque sia confermo che esiste :p

  • utente anonimo

    Il darwinismo sta sempre più implodendo, per logica conseguenza e aldilà di ogni discorso di fede religiosa:http://apocalisselaica.net/varie/scienza-ed-evoluzione/gli-errori-di-darwin-secondo-massimo-piattelli-palmarini

  • ClaudioLXXXI

    mi sento di sposare un creazionismo evoluzionista e sono stato anche bacchettato da un ateo di Caserta molto intransigente una volta proprio per questo motivoROTFL. Immagino la scena.L'ateismo ideologizzato (tipo uaar per capirci) non è un razionalismo, è una religione negativa, con i suoi sacerdoti e i suoi dogmi.#11Avrei voluto leggere quel libro quand'è uscito e c'è stata tutta quella polemica, ma poi non ho avuto tempo.Comunque, al di là dell'aspetto strettamente scientifico che non sono in grado di affrontare, mi ha colpito il fatto che i due ricercatori abbiano quasi dovuto "giustificarsi" per aver criticato darwin (o meglio l'idolo indiscutibile che ne ha fatto la vulgata scientista) dicendo "comunque siamo atei". Infatti, ogni volta che da parte cattolica si avanza una critica scientifica al dogma dell'evoluzione casuale, si risponde all'incirca con "zitti voi che invece di pensare siete schiavi dei dogmi".Grazie per i link.

  • UnPiccoloUomo

    … Siamo sempre lì a cercare di cogliere quel frutto…OT:Claudio, ho la sensazione che non ti siano arrivati i miei due ultimi messaggi in PVT…Saluti

  • reginadistracci

    In realtà, ho perso la speranza di essere acoltata dai cattolici… (forse perché non sono uomo). Vedi, Claudio, i cattolici hanno un disperato senso di inferiorità. Dopo anni di lavaggio del cervello sul caso Galileo, hanno il terrore di apparire "oscurantisti". Per scongiurare il rischio di passare per oscurantisti, si affrettano  a dare ragione ai  darwinaini, tutt'al più correggendo l'evoluzionismo con un cenno creazionista (Dio ha creato la vita al'inizio e poi la vita si è sviluppata con meccanismi evolutivi). Ma ostentando questo falso equilibrio fra due "eccessi contrari" (l'evoluzionismo ateo e  il creazionismo protestante) vanno fuori strada. Infatti, il vero problema non è di "conciliare" scienza e fede – dando per scontato che la teoria di Darwin sia scienza allo stato puro – , ma di verificare se la teoria di Darwin è scienza o no.
     Si tratta di fare una gigantesca, husserliana "epoché fenomenologica": mettere "tra parentesi", dimenticarsi per un attimo, fare scendere un velo di oblio sull'alternativa fra ateismo e fede – se necessario imbavagliando Dawkins da una parte e Zichichi dall'altra – e concentrarsi sulla scienza. La scienza e basta. Domanda: la teoria evolutiva di Darwin regge alla prova dei duri fatti? Risposta: no.
    Mi dispiace che tu non abbia avuto tempo di leggere nessun libro sull'argomento. io invece il tempo me lo sono preso, e ho letto un libro evoluzionista (di Boncinelli) e un libro anti-darwiniano (Wells) e in più o letto decine di articoli. Ebbene, gli argomenti contro Darwin sono dieci anzi cento volte più convincenti e suffragati dai fatti degli argomenti darwiniani. Ho detto argomenti contro Darwin: non argomenti a favore dell'Intelligent Design. Infatti, anche l'ID per il momento, mentre facciamo la nostra epoché fenomenologica, non ci interessa, lo ignoriamo. Io lo ignoro sempre, in quanto il concetto di "progettista intelligente" mi sembra significare tutto e niente. Per me l'ID è una formidabile arma per fare fuori una teoria mefistofelica. Quando qeusta teoria mefistofelica sarà finalmente distrutta, riporrò questa arma nello sgabuzzino degli attrezzi.
     Perché è mefistofelica la teoria di Darwin? Scommetto che state per dire: "Perché è una teoria intrinsecamente atea". Ma fatemi il piacere: non lo sapevate che Darwin buonanima in persona era creazionista? Non lo sapete che egli nell'Origine della specie loda la fantasia del Creatore? La teoria di Darwin non nasce atea: sono stati i neodarwiniani – con in testa Dawkins – a farne la stampella della loro ideologia anti-teista. Non è atea, tanto è vero che fra i paleontologi evoluzionisti spicca il gesuita Teilard de Chardin.

     E adesso vi dico come stanno le cose:
    LA TEORIA DI DARWIN E' DIABOLICA IN QUANTO E' ALLA BASE DELL'EUGENETICA, DEL RAZZISMO, DEL NAZISMO E PURE DEL COMUNISMO.
    TUTTO QUI.
    LO SO, NON CI CREDETE.
    PER DIMOSTRARLO, HO PERSO MOLTO TEMPO LIBERO (NON RETRIBUITO) PER SCRIVERE UN SERIE DI POST MOLTO DOCUMENTATI SULL'ARGOMENTO.
    HO APPENA PUBBLICATO IL PRIMO.
    FATE ALMENO LA FATICA DI DARGLI UNA OCCHIATA.

  • FedericoFasullo

    Mi ripeto l'ho già detto qui: faccio fatica a trovare differenze tra regina e Odifreddi.
    Attendo con trepidazione i l prossimo post dove spieghi di come il darwinismo sia alla base del comunismo e non del capitalismo. Ah il capitalismo, quanto servirebbe in Italia il sistema sanitario americano e soprattutto il sistema assicurativo americano, quello sì che è anni luce lontano dal darwinismo.

  • PietroFratta

    Spero di non andare troppo OT. Comunque, su Homer cattolico ne parla oggi il Post.

    Pié

  • ClaudioLXXXI

    #17 regina me lo sentivo che se passavi da qua t'arrabbiavi…

    Hai ragione in generale sul complesso d'inferiorità di molti cattolici, solo che io non soffro di tale complesso (mi pare, l'ultima volta che ho controllato non c'era).
    Non ho ancora visto il tuo post, quando ho tempo lo leggo, però ti devo fare un'osservazione: dire che il darwinismo è alla base dell'eugenetica e del razzismo non è un'obiezione scientifica, non dimostra di per sè che l'evoluzione delle specie non è mai avvenuta.
    Casomai se ne potrebbe ricavare un qualcosa del tipo "anche se il darwinismo fosse vero, ci conviene dire che è falso, perchè altrimenti se ne avvantaggiano i nazisti", ma anche un ragionamento del genere non mi convince.

  • utente anonimo

    "dire che il darwinismo è alla base dell'eugenetica e del razzismo non è un'obiezione scientifica, non dimostra di per sè che l'evoluzione delle specie non è mai avvenuta".
    In
    fatti, io attacco proprio questo sofisma: il darwinismo è vero anche se ne sono state tratte delle conseguenze cattive.
    In realtà, le conseguenze cattive 1) sono assolutamente coerenti con l'impianto di fondo del darwinismo ("survival of the fittest"), 2) non sono separabili dal darwinismo (anche oggi i darwinisti ammettono che il miglioramento delle condizioni della razza umana, facendo sopravvivere gli inadatti, ha bloccato l'evoluzione, "ma pazienza").
    Ti pare che Dio crea la razza umana per mezzo di un meccanismo (l'evoluzone mediante selezione del più adatto, che implica la necessità di no fare sopravvivere i "deboi" e gli "inadatti") che di fatto contraddice la morale da lui voluta? Per fare un solo esempio, Cristo non ha lasciato morire un "inadatto", portatore di tara genetica, come il "cieco nato". Ciao.
    Reginadistracci sloggata

  • reginadistracci

    Quella di prima ero io.
    E comunque, mi accorgo adesso di una piccola calunnia, sebbene non voluta e scusabile. Tu dici: l'eugenetica e il razzismo non sono prove scientifiche contro la teoria di Darwin. Ma io questo non l'ho detto. Ho detto: anche mettendo fra parentesi (epoché fenomenologica) il conflitto fra fede e ateismo, anche mettendo fra parentesi l'intelligent design (che oltretutto guardo con diffidenza) e adesso aggiungo anche mettendo fra parentesi l'eugenetica e il razzismo, il darwinismo non regge alla prova dei fatti:
    1) non è stato trovato un solo, certo e indubitabile fossile di transizione (i fossili che i darwinisti esibiscono come "di transizione" sono del tutto incerti)
    2) le omologie genetiche contraddicono le omologie morfologiche e si contraddicono pure fra di loro, distruggendo la possibilità dell'albero della vita darwiniano.
    3) non è mai stao possibile riprodurre sperimentalmente la speciazione su insetti e batteri (e lo ammettono gli stessi darwiniani onesti, queli disonesti invece continuano atruccare le carte ad uso del pubblico dei non addetti).
    4) la paleontologia mostra delle fasi con apparizioni improvvise di specie seguite da estinzioni di massa: altroché trasformazione graduale di una specie in un'altra.
    Potrei aggiungere molto altro, ma so che queste cose non interessano a nessuno.

  • ClaudioLXXXI

    # 21-22
    regina ti assicuro che a me queste cose interessano davvero.
    Il punto è che se vuoi combattere il darwinismo, devi fare leva sui punti da 1 a 4, più che sulle conseguenze immorali del darwinismo. Perchè altrimenti ti esponi all'obiezione fondata "e allora se ci fossero conseguenze immorali dall'eliocentrismo, che facciamo, raccontiamo a tutti che è il Sole a girare attorno alla Terra?"
    (notare che un ragionamento del genere fu proprio alla base della condanna galileiana, perchè si aveva paura che l'eliocentrismo portasse a un nuovo paganesimo adoratore del Sole)
    Insomma una teoria scientifica si avversa sul piano della sua veridicità storico-fattuale, non sul piano della moralità delle sue conseguenze.

    Comunque i punti 1-4 che dici sono molto interessanti (sopratutto quello sulle omologie), prometto di approfondirli.

    #24
    Magari…
    L'articolo comunque, absit iniuria, mi sembra una gran fesseria, se Homer è cattolico io sono Budda.
    Lo dicono al Foglio.

  • utente anonimo

    Claudio, visto che mi sembri una persona ragionevole, quando approfondirai quello di cui dici essere interessato per favore non fae come regina che come una indemoniata si è letta un libro colmo di odio nei confronti di Darwin che le ha fornito solo falsità sul quale costruire il suo odio anti-scientifico. Ti vonsiglio vivamente di leggere "il piu grande spettacolo sulla terra di Dawkins"…oppure se proprio il suo ateismo di fondo non ti va giu leggi Gould…insomma..gente seria😉

  • utente anonimo

    Dawkins serio?
    Ma mi faccia il piacere! – come diceva quello

    Ateofago

  • utente anonimo

    Ateofago sta per mangia atei? …sembri serio tu!

    Potrà starti sul piffero il suo ateismo, e potresti non sopportare il suo libro "l'illusione di dio". Ma le sue argomentazioni biologiche sono tra le piu limpide ed efficaci che ho mai letto e l'opinione che hai di lui su altri argomenti non toglie nulla al suo merito come divulgatore scientifico. Comunque ripeto, se preferisci una lettura piu moderata leggi pure Gould, grande divulgatore anche lui…
    Limportante è nn leggere libri scritti da "mangia atei" che ossessionati dall'idea della creazione divina la vogliono vedere per forza in tutto.

    Sarebbe come informarsi sulla storia del novecento leggendo solamente libri di negazionisti dell'olocausto..

  • utente anonimo

    «le sue argomentazioni biologiche sono tra le piu limpide ed efficaci che ho mai letto »

    Si vede che ti accontenti di poco.

    «l'opinione che hai di lui su altri argomenti non toglie nulla al suo merito come divulgatore scientifico.»

    La mia forse no, ma quella dei suoi colleghi di Oxford che lo chiamano "dottor idiota" invece si. È solo una persona fortemente ideologizzata che piega i riscontri scientifici a suo uso e consumo dialettico.

    «Limportante è nn leggere libri scritti da "mangia atei" che ossessionati dall'idea della creazione divina la vogliono vedere per forza in tutto.»

    Non ho mai scritto libri e il mio nome serve da provocazione sui presunti pseudo-diritti civili. (Ho diritto a mangiare no? sei un bigotto che me lo vuoi impedire per motivi ideologici? )
    Io sono conforme all'idea di Claudio e non sono certo un creazionista protestante come mi hai facilmente bollato. Voi atei etichettate sempre così ogni cattolico che non concorda con l'idea di evoluzione scientista e ascientifica che proclamate. Ma vi sbagliate di grosso, vi fermate superficialmente alle apparenze. Insomma, come Odifreddi con la sua cristiano=cretino.

    «Sarebbe come informarsi sulla storia del novecento leggendo solamente libri di negazionisti dell'olocausto»

    Esatto. Informarsi sul cristianesimo e soprattutto sul cattolicesimo da fonti anticattoliche di certo non fa apprendere la verità.

    Ateofago

  • utente anonimo

    "Si vede che ti accontenti di poco."

    Sinceramente avrò letto piu di un centinaio di libri a riguardo…e per sollazzo personale mi sono scaricato (guai a spenderci soldi) dei libri creazionisti…ma se vuoi credere che mi accontenti di poco sei libero di farlo..

    "Non ho mai scritto libri e il mio nome serve da provocazione sui presunti pseudo-diritti civili. (Ho diritto a mangiare no? sei un bigotto che me lo vuoi impedire per motivi ideologici? )"

    Meno egocentrismo please, il mio mangia-atei non era riferito a te ma era un parallelismo per identificare persone che sono ossessionate dalla difesa letterale delle scritture, cè in giro persino gente che sostiene il geocentrismo, guarda un pò te…

    "Voi atei etichettate sempre così ogni cattolico che non concorda con l'idea di evoluzione scientista e ascientifica che proclamate."

    PRIMO: dove ti ho scritto di essere ateo? SECONDO: dove ti avrei bollato superficialmente? anche qui..meno egocentrismo, ti ho solo fatto una domanda sul tuo nick, e per il resto mi sono limitato a consigliare educatamente delle letture….sei affetto da manie di persecuzione per caso?

    "Esatto. Informarsi sul cristianesimo e soprattutto sul cattolicesimo da fonti anticattoliche di certo non fa apprendere la verità."

    Chi ti ha detto che mi informo sul cattolicesimo su fonti anticattoliche…anzi, chi ti ha detto che mi informo sul cattolicesimo?? Sinceramente mi occupo d'altro, ossia di biologia, e di leggere libro pro o anti cattolicesimo non mi passa neppure per la testa.

    RIPETO: Ho dato un consiglio di letture sull'evoluzionismo, anzi, ne ho dati piu di uno, ti sta sul culo Dawkins perchè oltre ad essere un biologo è anche ateo? Ci stò…ti posso consigliare altri autori che scrivono ottimi libri a riguardo, sono pronto ad elencartene decine..
    Se invece non te ne frega nulla e vuoi continuare a darmi addosso come se stessi insultando qualcuno o come se stessi portando avanti una crociata atea fai pure..ma sinceramente ti stai ricoprendo di ridicolo…

  • reginadistracci

    Questo utente anonimo ha tutta l'aria di essere I. e.
    Comunque, Ateofago mi ha tolto le parole di bocca.
    La tattica degli atei pastafariani è di accusare i critici dell'evoluzionismo di essere "creazionisti" e di "odiare come indemoniati" le povere vittime atee. E dire che ho dovuto scrivere e riscrivere fiumi di parole per chiarire che prendo le distanze non solo da quella buffonata protestante che è il creazionismo, ma perfino dall'ID. E ho dovuto scrivere e riscrivere fiumi di parole per chiarire che io mi schiero a fianco di uno scienziato che è sia ANTIDARWINIANO  che ATEO: Antonio Lima de Faria. In effetti, gli antiteisti della Uaar non sopportano che contro Darwin si sia schierato proprio un ateo. Contro di lui l'insulto "creazionista" non funziona.
    P. S. il"dottor idiota" con  la sua analogia di Weasel ha fatto ridere un po' tutti.

  • utente anonimo

    Chi si sta chiedendo cosa diavolo sia "l'analogia di Weasel" citata dalla gentile commentatrice qui sopra, potrà trovare una risposta, per cominciare, in questa voce di Wikipedia, con indicazioni per letture ulteriori. Si tratta del Weasel program, "il programma della donnola", un programma per computer ideato da Richard Dawkins allo scopo di confutare uno degli equivoci più comuni in materia di evoluzione.

    Amedeo

  • utente anonimo

    Si vabbè..addio ragazzi.
    vi lascio qui a giocare a frecciette contro lo spauracchio ateo.
    buon divertimento.

  • utente anonimo

    Potrebbe l'egregio commentatore Ateofago indicare gentilmente una fonte per la sua asserzione riguardo ai colleghi di Oxford che chiamano Richard Dawkins "dottor idiota"? Non riesco sventuratamente a trovarne nessuna…

    Grazie,
    Amedeo

  • utente anonimo

    «un programma per computer ideato da Richard Dawkins allo scopo di confutare uno degli equivoci più comuni in materia di evoluzione»

    Senza riuscirci… o meglio confutando qualcosa che non era stato nemmeno enunciato. Lui parla infatti di combinazioni di atomi proibite o consentite – riducendo furbescamente il numero di possibilità equiprobabili del calcolo statistico -, qui si parla di possibili mutazioni accidentali tutte funzionanti,
    Sui libri di testo di termodinamica statistica si legge che la probabilità che una scimmia componga un solo verso di Shakespire pigiando sulla tastiera è pari a dieci elevato alla potenza negativa di un numero a sei cifre. Ovvero la scimmia necessiterebbe di un tempo superiore alla stessa età dell'universo per poterci riuscire.

    Il DNA ha delle limitazioni ulteriori che lo rendono ancora più ostile all'evoluzione in senso stretto. Basta notare a quanti passaggi è sottoposto per scoprire che è una delle cose più conservative che esistono nel cosmo. Le montagne si corrodono, gli oceani cambiano il livello ma il DNA con le caratteristiche distintive di una specie si mantiene (o tende a mantenersi) lo stesso. Abbastanza affascinante da far capire che il giochino delle mutazioni spontanee reiterate e facilitate dall'ambiente è una spiegazione abbastanza tirata per i capelli. Ad ogni modo, questa spiegazione è veramente un sunto inadeguato e stremenzito, consiglio di leggere tutti i post di reginadistracci sull'argomento, Il suo blog è linkato accanto al suo nome.

    Quanto a Dawkins, non voglio perdere tempo a cercare la citazione (che lessi diversi mesi fa senza conservare il link) ma ho qualcosa di analogo.

    «povero zoologo pensionato, già definito da più quotidiani un “pazzo”» (vedi Mail Online)

    Ateofago

  • utente anonimo

    da Wikipedia

    «It is often suggested that the program works by "locking" a correct letter when it is found. Creation Ministries claims that "Once a letter falls into place, Dawkin's program ensures it won't mutate away", however such a restriction is not necessary, as the sample run to the right shows.
    Dawkins broached several of these issues himself in "The Blind Watchmaker," and has also responded to these criticisms by pointing out that the program was never intended to model biological evolution accurately, and that he very specifically described it as an artificial selection process from the outset, as the citation above shows»

    The outset=God

    Bella prova Dawkins…

  • utente anonimo

    Ateofago: veramente la frase che citi tra virgolette non si trova nell'articolo che hai linkato. Ma suppongo che non vorrai perdere tempo neppure a cercare questa, che magari viene dalla stessa fonte della prima…

    Grazie comunque,
    Amedeo

  • utente anonimo

    Prego

    tanto google mi sostituisce egregiamente

    Ateofago

  • utente anonimo

    Certo. Come no.

  • utente anonimo

    Io non posso portare indietro la censura laicista. Se l'articolo non c'è più non ci posso fare niente.

    Basta google, censura permettendo

    Ateofago

  • utente anonimo

    Ammesso e non concesso l'improbabile caso in cui la totalità dei colleghi del nostro gli siano perfettamente e totalmente d'accordo, resta comunque la non scientificità delle sue argomentazioni.

  • utente anonimo

    «“talebano di Darwin”, come viene soprannominato negli ambienti scientifici»

    Ateofago ricorda male, ma il concetto è lo stesso

    Sbot

  • ClaudioLXXXI

    Provo a riprendere le fila del discorso e portare il flame (scusate l'assenza) su binari più costruttivi.

    Di Dawkins non ho letto libri ma solo articoli e dichiarazioni varie. Sul lato scientifico non ho competenza per giudicare, ma quando parla di religione dice fesserie colossali (nel senso che chiaramente non ha capito quel che dice il cristianesimo). In realtà Dawkins fallisce, prima che sul piano scientifico, su quello epistemologico.
    Come dicevo al mio precedente commento, il problema di Dawins e compagnia è che la loro posizione non è razionale, checchè piaccia loro pensare, ma una fede negativa. Non si può logicamente dimostrare la casualità dell'evoluzione come non si può logicamente dimostrare l'inesistenza di Dio. Sia nell'uno che nell'altro caso resta sempre presente la possibilità di un senso (inteso sia come significato sia come direzione) nascosto e invisibile, o di un'entità parimenti nascosta e invisibile.

    Una volta avevo scritto un post sul Logos e il Caos, di cui poi non ho scritto il seguito (in effetti dovrei!), in cui sfidavo il lettore a distinguere tra due brani caotici del tipo "hdhsfjdszhfsk mjsdafl ohnds…" eccetera. Uno era assolutamente casuale, l'altro era crittografato e dunque con una razionalità nascosta. Come si fa a dire al 100% di sicurezza assoluta che un caos apparente non nasconde un ordine nascosto? Non si può. Tutti gli analisti di intelligence potrebbero confermarlo (Rubicon!).
    D'altra parte è vero anche l'inverso: un ordine apparente può celare il caos (la Biblioteca di Babele).
    Razionalmente parlando, non si può propendere al 100% nè per un verso nè per un altro. Gli unici razionalisti puri sono quelli aperti a entrambe le possibilità. Tutti gli altri non sono dei razionalisti puri, perchè fanno un atto di fede (nel Logos oppure nel Caso)
    La differenza tra me e Dawkins è che io sono consapevole della mia fede, lui no.
    Dawkins crede nell'inesistenza di Dio e nella casualità evolutiva con la stessa logica e la stessa intensità di un talebano che crede nell'onnipotenza di Allah.

  • utente anonimo

    Ah, ecco, è colpa del grande complotto laicista se Ateofago non trova più la sua citazione, e se in cambio ci offre due link in cui gente come lui parla male di Dawkins.

    Sbot: un'altra citazione senza fonte, grazie!

    Amedeo

  • utente anonimo

    «un'altra citazione senza fonte, grazie!»

    Falso

    Prego

    Sbot

  • utente anonimo

    «gente come lui parla male di Dawkins»

    Poverino, gli è stata toccata sua divinità ciccio Dawkins…
    Perché non posti tutte le risposte che il tuo dio ti ha dato alle tue richieste di fonti da parte sua, Amedeo?

    L'hai fatto vero? o credi ciecamente al tuo dio?

    Per quanto mi riguarda, quelli di uccr non sono soliti fare affermazioni che non possono documentare. Se hai problemi puoi contattarli tranquillamente.

    Ateofago

  • utente anonimo

    Ecco, siamo prevedibilmente agli insulti. Che figuraccia, povero Ateofago (e povero Sbot, ma qui non infierisco)!

    Cordialità,
    Amedeo

    PS Scusa, Claudio, ma quanno ce vo'…

  • utente anonimo

    «siamo prevedibilmente agli insulti»

    Quali insulti?

    «Che figuraccia»

    Quale figuraccia?

    Eccesso di fantasia, uh?

    Ateofago

  • utente anonimo

    A parte il fatto che Amedeo vuole solo costruire figuracce per gli altri sperando di avere ragione in questo modo. Purtroppo non ha speso un solo secondo a fornire uno straccio di argomentazione…

    Il resto è aria fritta

    Ateofago

  • ClaudioLXXXI

    Ok boys, io non cancello mai i commenti anche solo minimamente pertinenti, ma questi sono anche solo minimamente pertinenti?

    Diamo un taglio al flame per favore.

  • utente anonimo

    ricevuto, no more waste of time

    Ateofago

  • anonimo

    Ah, ecco, è colpa del grande complotto laicista se Ateofago non trova più la sua citazione, e se in cambio ci offre due link in cui gente come lui parla male di Dawkins.

    Sbot: un'altra citazione senza fonte, grazie!

    Amedeo

  • anonimo

    «un'altra citazione senza fonte, grazie!»

    Falso

    Prego

    Sbot

  • utente anonimo

    Finisco anch'io (comunque, Ateofago, qui non era questione di argomentazioni, ma di citazioni introvabili).

    Ciao,
    Amedeo

  • anonimo

    «gente come lui parla male di Dawkins»

    Poverino, gli è stata toccata sua divinità ciccio Dawkins…
    Perché non posti tutte le risposte che il tuo dio ti ha dato alle tue richieste di fonti da parte sua, Amedeo?

    L'hai fatto vero? o credi ciecamente al tuo dio?

    Per quanto mi riguarda, quelli di uccr non sono soliti fare affermazioni che non possono documentare. Se hai problemi puoi contattarli tranquillamente.

    Ateofago

  • anonimo

    Ecco, siamo prevedibilmente agli insulti. Che figuraccia, povero Ateofago (e povero Sbot, ma qui non infierisco)!

    Cordialità,
    Amedeo

    PS Scusa, Claudio, ma quanno ce vo'…

  • anonimo

    «siamo prevedibilmente agli insulti»

    Quali insulti?

    «Che figuraccia»

    Quale figuraccia?

    Eccesso di fantasia, uh?

    Ateofago

  • anonimo

    A parte il fatto che Amedeo vuole solo costruire figuracce per gli altri sperando di avere ragione in questo modo. Purtroppo non ha speso un solo secondo a fornire uno straccio di argomentazione…

    Il resto è aria fritta

    Ateofago

  • ClaudioLXXXI

    Ok boys, io non cancello mai i commenti anche solo minimamente pertinenti, ma questi sono anche solo minimamente pertinenti?

    Diamo un taglio al flame per favore.

  • anonimo

    ricevuto, no more waste of time

    Ateofago

  • anonimo

    Finisco anch'io (comunque, Ateofago, qui non era questione di argomentazioni, ma di citazioni introvabili).

    Ciao,
    Amedeo

  • utente anonimo

    Scusate, non voglio alimentare il flame, ma è mai possibile che un commento o un nomignolo fra colleghi debba essere scritto e certificato come una referenza?

    Se un collega parla male di me, mica me lo scrive su un certificato autografo!!

    Rossella

  • anonimo

    Scusate, non voglio alimentare il flame, ma è mai possibile che un commento o un nomignolo fra colleghi debba essere scritto e certificato come una referenza?

    Se un collega parla male di me, mica me lo scrive su un certificato autografo!!

    Rossella

  • utente anonimo

    La risposta, cara Rossella, è ovvia, ma senza il permesso di Claudio non te la posso dare…🙂

    Amedeo

  • utente anonimo

    Ma mi hai preso per una scema che non vede l'ovvia risposta alle domande che pone?

    Io sottolineavo soltanto che stavate facendo una discussione dei pazzi ma la tua risposta con tanto di sorrisino saccente ha confermato la mia impressione

    Ciao,
    Rossella

  • utente anonimo

    Il sorrisino era rivolto a Claudio. Non mi permetterei mai di sorridere a una ragazza così seria…

    Amedeo

  • utente anonimo

    Ora prendi pure in giro?

    Mah

  • anonimo

    La risposta, cara Rossella, è ovvia, ma senza il permesso di Claudio non te la posso dare…🙂

    Amedeo

  • anonimo

    Ma mi hai preso per una scema che non vede l'ovvia risposta alle domande che pone?

    Io sottolineavo soltanto che stavate facendo una discussione dei pazzi ma la tua risposta con tanto di sorrisino saccente ha confermato la mia impressione

    Ciao,
    Rossella

  • anonimo

    Il sorrisino era rivolto a Claudio. Non mi permetterei mai di sorridere a una ragazza così seria…

    Amedeo

  • anonimo

    Ora prendi pure in giro?

    Mah

  • utente anonimo

    Che tristezza!
    L'ennesima occasione mancata: speravo di poter leggere qualche riga di commento a un post certamente accattivante (non solo per lo spunto tratto da una serie animata che apprezzo) e invece mi ritrovo il solito botta e risposta tra un paio di esimi commentatori che si accaniscono nel disperato (e disperante) tentativo di spiegare l'uno i limiti cognitivi e culturali dell'altro.
    Al di la' dei contenuti, leggo una certa sterile arroganza nelle parole di chi si arroga il diritto dell'ultima parola basandosi sul dato meramente quantitativo del numero di libri letti su uno specifico argomento e, allo stesso modo, riscontro una certa frustrazione, nei toni piu' che nelle parole, di chi sembra voler trasformare un confronto sul piano ideologico in uno scontro sul piano personale, buttandola in rissa alla prima occasione.
    PS: complimenti a Claudio e alla sua pacatezza!😉

    Antonio da Padova

  • anonimo

    Che tristezza!
    L'ennesima occasione mancata: speravo di poter leggere qualche riga di commento a un post certamente accattivante (non solo per lo spunto tratto da una serie animata che apprezzo) e invece mi ritrovo il solito botta e risposta tra un paio di esimi commentatori che si accaniscono nel disperato (e disperante) tentativo di spiegare l'uno i limiti cognitivi e culturali dell'altro.
    Al di la' dei contenuti, leggo una certa sterile arroganza nelle parole di chi si arroga il diritto dell'ultima parola basandosi sul dato meramente quantitativo del numero di libri letti su uno specifico argomento e, allo stesso modo, riscontro una certa frustrazione, nei toni piu' che nelle parole, di chi sembra voler trasformare un confronto sul piano ideologico in uno scontro sul piano personale, buttandola in rissa alla prima occasione.
    PS: complimenti a Claudio e alla sua pacatezza!😉

    Antonio da Padova

  • ClaudioLXXXI

    Ciao Antonio, grazie. Anche a me dispiace per il flame, ma la mia politica di quasi zero censura è fondata su solide ragioni. Il flame è il male minore, meglio la libertà usata male che niente libertà.
    Ciao

  • ClaudioLXXXI

    Ciao Antonio, grazie. Anche a me dispiace per il flame, ma la mia politica di quasi zero censura è fondata su solide ragioni. Il flame è il male minore, meglio la libertà usata male che niente libertà.
    Ciao

  • Xodroont

    Scusate volevo precisare una cosa: ve lo dico bonariamente, molte volte voi credenti siete un pò ottusiXD
    Ok io sono ateo, e quello che sto dicendo va contro di me, ma: perchè il fatto che la vita sia stata creata da processi biologici "casuali"  o meglio, a processi biologici dovuti alle condizioni della terra primordiale e non all' intervento vero e proprio di un creatore dovrebbe smentire l' esistenza di un Dio?
    Persino Dawkins non ha mai affermato una cosa del genere. Certo io sono ateo per alcuni dei motivi dettati da questo scienziato, ma anche per altri motivi quali esperienze personali e effettiva incredulità personale, dovuta anche a quello che studio.
    Però tecnicamente dio ha benissimo potuto creare un universo così elegante che ha fatto tutto da solo senza la necessita di intervenire secondariamente, un enorme gioco fatto con le tessere per il domino, per intenderci, senza ricorrere a degli interventi per correggere il proprio errore.

    PS: i pastafariani prendono in giro i religiosi fanatici, che vogliono imporre le loro idee (ID o creazionismo) ed il loro Dio, i credenti moderati, come per esempio Kennet Miller, F. Collins, ed altri, quest' ultimo del resto "impone" la sua idea alla stregua di Dawkins, sono più che ben accetti.

  • Xodroont

    Scusate volevo precisare una cosa: ve lo dico bonariamente, molte volte voi credenti siete un pò ottusiXD
    Ok io sono ateo, e quello che sto dicendo va contro di me, ma: perchè il fatto che la vita sia stata creata da processi biologici "casuali"  o meglio, a processi biologici dovuti alle condizioni della terra primordiale e non all' intervento vero e proprio di un creatore dovrebbe smentire l' esistenza di un Dio?
    Persino Dawkins non ha mai affermato una cosa del genere. Certo io sono ateo per alcuni dei motivi dettati da questo scienziato, ma anche per altri motivi quali esperienze personali e effettiva incredulità personale, dovuta anche a quello che studio.
    Però tecnicamente dio ha benissimo potuto creare un universo così elegante che ha fatto tutto da solo senza la necessita di intervenire secondariamente, un enorme gioco fatto con le tessere per il domino, per intenderci, senza ricorrere a degli interventi per correggere il proprio errore.

    PS: i pastafariani prendono in giro i religiosi fanatici, che vogliono imporre le loro idee (ID o creazionismo) ed il loro Dio, i credenti moderati, come per esempio Kennet Miller, F. Collins, ed altri, quest' ultimo del resto "impone" la sua idea alla stregua di Dawkins, sono più che ben accetti.

  • ClaudioLXXXI

    Xodroont, il problema non è quello, anche perchè causa causeae est causa causati, ovvero, se X è la causa di Y e Y è la causa di Z, X è causa di Z. Se Dio ha creato un universo in cui poi è sorta "casualmente" la vita, Dio ha creato la vita.
    Questo non è esattamente il tipo di Dio in cui credo io (uno che nell'universo ci entra dentro in prima persona e s'interessa della gente, non un grande orologiaio che carica il meccanismo e poi chi s'è visto s'è visto), ma sarebbe comunque un Dio creatore. Il problema però non è questo.
    Il problema è un altro e l'avevo già detto al commento 42: come fai a essere razionalmente sicuro che un processo è casuale? Come fai a escludere razionalmente la presenza di una volontà nascosta (anzi forse neanche nascosta nel senso che si nasconde, nascosta nel senso che noi non riusciamo a vederla)?

    Se io adesso ti scrivo
    hdhsfjdszhfsk mjsdafl ohnds qndvjx hzxbdmb msdeofru bdskhf hdxkfg owqeq hhdfgk nzvcmxb dhydeuit qewe ztyutuy svfdfb uaxasd dbnoi qcvb ayuiy ttgrue lczddc dgydtfygdfr swewaeewq uvbfcbgfcb dhggfhf qwerr aiopii tfhg lfhgfg diuyui qhjk zdewtr sooiiuuoi zgtyuty orty tvbnfb cwrew cqweqw drt ti lwqeqwe dretyt syuio ctyui duiuuu taaqswqs rvbnvnb dcjhsetfy qsdklgu zbvmdcf supwoitu uoprsouidf dhuk qvbn atyutuy tdcgfdf lsawersrt
    sei in grado di stabilire razionalmente che ho buttato giù lettere a caso invece di usare un crittogramma per te forse indecifrabile?
    Il caso è indimostrabile. Credere nel caso è una fede, non è una razionalità.

    Te lo dico bonariamente, molte volte certi atei sono più creduloni dei credenti😄

  • ClaudioLXXXI

    Xodroont, il problema non è quello, anche perchè causa causeae est causa causati, ovvero, se X è la causa di Y e Y è la causa di Z, X è causa di Z. Se Dio ha creato un universo in cui poi è sorta "casualmente" la vita, Dio ha creato la vita.
    Questo non è esattamente il tipo di Dio in cui credo io (uno che nell'universo ci entra dentro in prima persona e s'interessa della gente, non un grande orologiaio che carica il meccanismo e poi chi s'è visto s'è visto), ma sarebbe comunque un Dio creatore. Il problema però non è questo.
    Il problema è un altro e l'avevo già detto al commento 42: come fai a essere razionalmente sicuro che un processo è casuale? Come fai a escludere razionalmente la presenza di una volontà nascosta (anzi forse neanche nascosta nel senso che si nasconde, nascosta nel senso che noi non riusciamo a vederla)?

    Se io adesso ti scrivo
    hdhsfjdszhfsk mjsdafl ohnds qndvjx hzxbdmb msdeofru bdskhf hdxkfg owqeq hhdfgk nzvcmxb dhydeuit qewe ztyutuy svfdfb uaxasd dbnoi qcvb ayuiy ttgrue lczddc dgydtfygdfr swewaeewq uvbfcbgfcb dhggfhf qwerr aiopii tfhg lfhgfg diuyui qhjk zdewtr sooiiuuoi zgtyuty orty tvbnfb cwrew cqweqw drt ti lwqeqwe dretyt syuio ctyui duiuuu taaqswqs rvbnvnb dcjhsetfy qsdklgu zbvmdcf supwoitu uoprsouidf dhuk qvbn atyutuy tdcgfdf lsawersrt
    sei in grado di stabilire razionalmente che ho buttato giù lettere a caso invece di usare un crittogramma per te forse indecifrabile?
    Il caso è indimostrabile. Credere nel caso è una fede, non è una razionalità.

    Te lo dico bonariamente, molte volte certi atei sono più creduloni dei credenti😄

  • ClaudioLXXXI

    Era causa causae, la prossima volta evito di scrivere latino alle sei di mattina

  • ClaudioLXXXI

    Era causa causae, la prossima volta evito di scrivere latino alle sei di mattina

Ciao. Se vuoi commentare, accomodati. Non c'è bisogno di nome o e-mail, non c'è approvazione preventiva, no censura. Hai il libero arbitrio e io lo rispetto, anche se potresti usarlo male. Ricorda però che la libertà implica la responsabilità. Se sei un troll, ignorerò i tuoi commenti - a meno che tu non faccia un flood. Se pensi che quel che dico è sbagliato, fammelo notare. Attenzione però, perchè chiunque tu sia, se non sei d'accordo con me, proverò a convincerti del contrario. Qui il dialogo non sono belle chiacchiere per scambiarsi "secondo me" e sentirsi più buoni e tolleranti: qui il dialogo serve a cercare, trovare, amare la Verità.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: