Il Logos e il Caos (3)

IL LOGOS E IL CAOS
(ANCORA?!? EH Sì…)

 
 
Cari visitatori, spero che abbiate passato bene la Pasqua. Non ho fatto gli auguri a nessuno quest’anno – imprevista lontananza dal pc – ma se state leggendo vuol dire che siete sopravvissuti lo stesso, dunque non c’è problema.
A proposito di Pasqua, e visto che si parlava di ragione e di casualità, colgo l’occasione per fare una cosa che faccio raramente, cioè un post-citazione: un brano dell’omelia del Papa per il sabato santo, nel verosimile caso che ve lo foste perso. Merita davvero.
Buona Pasqua a tutti – quella dell’anno prossimo, mi porto avanti.

 
San Giovanni, nelle prime parole del suo Vangelo, ha riassunto il significato essenziale [del racconto della creazione] in quest’unica frase: “In principio era il Verbo”. In effetti, il racconto della creazione che abbiamo ascoltato prima è caratterizzato dalla frase che ricorre con regolarità: “Dio disse…”. Il mondo è un prodotto della Parola, del Logos, come si esprime Giovanni con un termine centrale della lingua greca. “Logos” significa “ragione”, “senso”, “parola”. Non è soltanto ragione, ma Ragione creatrice che parla e che comunica se stessa. È Ragione che è senso e che crea essa stessa senso. Il racconto della creazione ci dice, dunque, che il mondo è un prodotto della Ragione creatrice. E con ciò esso ci dice che all’origine di tutte le cose non stava ciò che è senza ragione, senza libertà, bensì il principio di tutte le cose è la Ragione creatrice, è l’amore, è la libertà.
Qui ci troviamo di fronte all’alternativa ultima che è in gioco nella disputa tra fede ed incredulità: sono l’irrazionalità, l'assenza di libertà e il caso il principio di tutto, oppure sono ragione, libertà, amore il principio dell’essere? Il primato spetta all’irrazionalità o alla ragione? È questa la domanda di cui si tratta in ultima analisi. Come credenti rispondiamo con il racconto della creazione e con San Giovanni: all’origine sta la ragione. All’origine sta la libertà. Per questo è cosa buona essere una persona umana.
Non è così che nell’universo in espansione, alla fine, in un piccolo angolo qualsiasi del cosmo si formò per caso anche una qualche specie di essere vivente, capace di ragionare e di tentare di trovare nella creazione una ragione o di portarla in essa. Se l’uomo fosse soltanto un tale prodotto casuale dell’evoluzione in qualche posto al margine dell’universo, allora la sua vita sarebbe priva di senso o addirittura un disturbo della natura. Invece no: la Ragione è all’inizio, la Ragione creatrice, divina. E siccome è Ragione, essa ha creato anche la libertà; e siccome della libertà si può fare uso indebito, esiste anche ciò che è avverso alla creazione. Per questo si estende, per così dire, una spessa linea oscura attraverso la struttura dell’universo e attraverso la natura dell’uomo. Ma nonostante questa contraddizione, la creazione come tale rimane buona, la vita rimane buona, perché all’origine sta la Ragione buona, l’amore creatore di Dio. Per questo il mondo può essere salvato. Per questo possiamo e dobbiamo metterci dalla parte della ragione, della libertà e dell’amore – dalla parte di Dio che ci ama così tanto che Egli ha sofferto per noi, affinché dalla sua morte potesse sorgere una vita nuova, definitiva, risanata.

Annunci

9 responses to “Il Logos e il Caos (3)

  • piccic

    A chi fa piacere sentirlo dalla viva voce del nostro amato B16, ho caricato su Sendspace il Podcast ufficiale di Radio Vaticana:
    http://www.sendspace.com/file/7dxiji

    Chi lo desidera, può abbonarsi al podcast dando in pasto ad iTunes o al proprio feed reader (audio) questo indirizzo:
    http://www.radiovaticana.org/rss/rss.xml

  • berlic

    Spettacolare.
    Ne potrei dedurre: la creazione è un'atto di libertà, quindi il non creare e il creare sono il bene e il male…
    PS: Oggi dovrei postare sul caos

  • utente anonimo

    mi pare piuttosto che il bene sia assegnato all'atto creativo.
    Cmq complimenti a Claudio per il blog!

    Giovanni

  • ClaudioLXXXI

    #1 piccic
    grazie delle segnalazioni!

    #2 berlic
    Ciò che più mi colpisce del brano di B16 è che, in modo assolutamente semplice ma efficace, rovescia lo stereotipo sul rapporto tra ragione e religione (cristiana). Il cristianesimo è dalla parte della ragione, perchè
    Dio è Logos cioè Ragione; e la creazione segue regole razionali, che l'uomo può riscoprire essendo imago Dei dunque razionale (e perciò la scienza è cosa buona e santa).
    Chi crede che la vita sia nata per caso, che le leggi dell'universo siano come sono per caso, che tutto sia per caso e senza senso, non si mette dalla parte della ragione ma dell'irrazionalità (anche se si vanta di essere razionalista, magari in contrapposizione ai "cretini"…), perchè a fondamento dell'universo non c'è nessuna struttura razionale ma solo uno scherzo cosmico impenetrabile dalla mente umana. Come nella Guida Galattica di Douglas Adams, come dicevo nel primo post della serie, alla fine si scopre che il senso dell'universo è che 6 X 9 = 42. Ma la ragione ci dice che sei per nove fa cinquantaquattro, dunque la ragione è sbagliata e inutile perchè tutto è uno scherzo cosmico.

    Questo, spinto alla coerenza estrema, è l'ateismo puro che nega in assoluto la divinità: è irrazionalità. Un ateo razionalista è una contraddizione in termini.

    (Guida Galattica è un capolavoro "suo malgrado", nel senso che l'ateo Adams ha fornito il miglior esempio possibile dell'irrazionalità dell'ateismo)

    #3 grazie Giovanni.

  • utente anonimo

    Non è che ogni bimbo venuto al mondo impari il suo Logos e per mezzo di quello crei il suo mondo?

    Mara nada

  • laparola

    Il razionalista vive su un equivoco: si sforza di scoprire le leggi del "cosmos", trascurando che a fondamento di tutto c'è il "caos". Quindi anche il suo sforzo, alla fine, sarebbe vano.
    La ricerca scientifica è invece naturaliter "santa" (io non direi "cristiana", perché la rivelazione biblica investe e genera anche fedi che non confessano la divinità di Cristo).
    Comunque un caro saluto e complimenti anche da parte mia per la limpidezza delle riflessioni. A proposito: io il giochino delle lettere senza senso ho provato a farlo, ma sono arrivato poco lontano. Se c'è un luogo di confronto sulle possibili soluzioni, senza spoilerare, faccelo sapere. Se no, rimango in attesa degli sviluppi (ormai la Pasqua è agli sgoccioli, anche com tempo liturgico…).

  • ClaudioLXXXI

    In effetti la soluzione è stata data in un commento al post precedente… a questo punto dovrei fare un ultimo post per chiudere il discorso!

  • utente anonimo

    ""1In principio era il Verbo,
    il Verbo era presso Dio
    e il Verbo era Dio.
    2Egli era in principio presso Dio:
    3tutto è stato fatto per mezzo di lui,
    e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che
    esiste.""

    Se niente è stato fatto senza di Lui anche l'idea che avete di Dio la ha fatta il Verbo-Dio…..

    Non è che ci fosse già prima del Verbo…..

    Qui c'è scritto chiaro! Questo elimina ogni concezione greca di Dio esterno, separato !!!

  • utente anonimo

    Hoops quello sopra è il solito vostro Mara nada.

Ciao. Se vuoi commentare, accomodati. Non c'è bisogno di nome o e-mail, non c'è approvazione preventiva, no censura. Hai il libero arbitrio e io lo rispetto, anche se potresti usarlo male. Ricorda però che la libertà implica la responsabilità. Se sei un troll, ignorerò i tuoi commenti - a meno che tu non faccia un flood. Se pensi che quel che dico è sbagliato, fammelo notare. Attenzione però, perchè chiunque tu sia, se non sei d'accordo con me, proverò a convincerti del contrario. Qui il dialogo non sono belle chiacchiere per scambiarsi "secondo me" e sentirsi più buoni e tolleranti: qui il dialogo serve a cercare, trovare, amare la Verità.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: