L’alieno / 3

(continua da)

  – 3 –

 Ho visto un libro in una vetrina, non l’ho comprato, ma mi ha incuriosito il titolo: “La felicità è un muscolo volontario”.
Beh, andiamoci piano. “Felicità” credo che sia un qualcosa che, per essere raggiunto, necessita di uno stato di soddisfacimento totale: salute, tranquillità economica, stabilità degli affetti, buone relazioni sociali … E forse, neanche questo basta: se ci si alza alle sei del mattino per volare alle Seychelles è un conto, ma quando la sveglia suona per l’inizio di una giornata di lavoro, l’umore forse è del tutto diverso. Invidiamo chi può permettersi il lusso di poltrire, dimenticandoci troppo facilmente che tanti disoccupati vorrebbero essere al nostro posto.
Siamo diventati tutti, più o meno, incontentabili. Un paio di generazioni fa si aspirava alla tranquillità economica, alla salute fisica, all’armonia della famiglia. Oggi pretendiamo il superfluo, e lo consideriamo un diritto. Tutto è diventato usa-e-getta: dagli oggetti agli affetti; senza contare, poi, che ci illudiamo solo che acquistare l’ultimo modello di auto o di telefonino ci renda felici: nel giro di poche ore o di pochi giorni, l’insoddisfazione si ripresenta. Lo stesso dicasi per i rapporti umani ed interpersonali: conta la quantità dei contatti, non la loro qualità. Confondiamo la salute con il benessere, ed in tutti e tre questi ambiti della vita quotidiana ci condanniamo da soli ad una perenne irrequietudine e delusione.

Eppure, forse, basterebbe poco. Il mio ex preside, ricordando il corso di formazione che dovette frequentare al suo primo anno come dirigente, narrava volentieri di quello che un alto funzionario del ministero raccomandò a tutti quei giovani presidi esordienti. “Ricordate – disse loro – che dovrete prendere delle decisioni inerenti a situazioni che la normativa non contempla, perché non si può mai prevedere tutto. Avrete due possibilità: o riterrete che ‘tutto quello che non è espressamente consentito si deve considerare vietato’, ed allora sarete dei pessimi dirigenti; oppure adotterete il principio secondo il quale ‘tutto quello che non è espressamente vietato si deve considerare consentito’, ed allora diventerete dei buoni presidi”.
Che c’entra? Parecchio. Nella vita, se continuiamo a guardare solo a quelli che sono più “fortunati” di noi, ci condanniamo da soli ad una perenne amarezza. A lavora meno di me e guadagna di più, B ha un marito / una moglie che l’adora, C possiede una salute di ferro, D ha vinto al gioco, E  ha fatto carriera, F ha un sacco di amici, G ha un fisico invidiabile … e via dicendo. Se invece saremo tanto intelligenti da guardare a chi ha meno di noi, spesso ha molto di meno, da un lato ci sentiremo forse invogliati a fare qualcosa per loro, e dall’altro guadagneremo parecchio in tranquillità ed appagamento. Magari ci verrà voglia di ringraziare Dio o il Caso per quello che possediamo.
Forse non è vero che la felicità è un muscolo volontario, ma certamente lo sono l’armonia e la serenità.

 (continua)


5 responses to “L’alieno / 3

Ciao. Se vuoi commentare, accomodati. Non c'è bisogno di nome o e-mail, non c'è approvazione preventiva, no censura. Hai il libero arbitrio e io lo rispetto, anche se potresti usarlo male. Ricorda però che la libertà implica la responsabilità. Se sei un troll, ignorerò i tuoi commenti - a meno che tu non faccia un flood. Se pensi che quel che dico è sbagliato, fammelo notare. Attenzione però, perchè chiunque tu sia, se non sei d'accordo con me, proverò a convincerti del contrario. Qui il dialogo non sono belle chiacchiere per scambiarsi "secondo me" e sentirsi più buoni e tolleranti: qui il dialogo serve a cercare, trovare, amare la Verità.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: